piano invalidi_01-1
piano invalidi_01-2

Dream, Create, Live..

Sul territorio nazionale si contano più di 8.000 comuni di cui oltre 5.000 al di sotto della soglia dei 15.000 abitanti.

Leggi Articoli

Perché E’ Importante Fare il Cambiamento

Il Futuro...

Io Come Loro, Lor Come Me...

Piano Esecutivo

fare il cambiamento

FAPI ha individuato nella Provincia la sua applicazione principale, traendo nelle sue conclusioni che elaborare in ambito Regionale lo spazio e le energie verrebbero disperse, mentre in ambito Comunale la mancanza di una forza motrice demotiva l’attuazione dei P.E.B.A. Il problema di fondo è l’armonizzazione della normativa sul tema.

E’ necessario, dal punto di vista normativo, attribuire all’amministratore pubblico competente la responsabilità diretta per il mancato adeguamento degli  edifici e degli spazi pubblici esistenti alla normativa in materia di accessibilità e di eliminazione delle barriere architettoniche contenuta nel DPR 503/1996.

L’amministratore pubblico competente – che è dotato di autonomi poteri decisionali e di spesa – è individuato nel dirigente al quale spettano i poteri di gestione o nel funzionario non avente qualifica dirigenziale nei soli casi in cui quest’ultimo sia preposto a un ufficio avente autonomia gestionale.

Oltre..

Il Comune ha nel suo ambito territoriale le Pubbliche Amministrazioni dove i P.E.B.A. dovrebbero svolgere la loro applicazione.

L’individuazione spetta all’organo delle singole amministrazioni tenendo conto dell’ubicazione e dell’ambito funzionale degli uffici nei quali è svolta l’attività.

Peraltro, in caso di omessa individuazione, o di individuazione non conforme ai criteri previsti, l’amministratore pubblico competente coincide con l’organo di vertice dell’amministrazione pubblica competente. Tali condotte omissive vanno senza dubbio sanzionate, quantomeno amministrativamente.

Sanzioni che dovranno però essere certe, applicabili ed eseguite.

Sarà necessario, poi, verificare e prevedere nuove modalità di conferimento degli incarichi che, tenendo conto del “cd codice degli appalti”, semplifichino e velocizzino l’affidamento stesso nei confronti degli aggiudicatari dei lavori di intervento.

Sarebbe opportuno, nell’ottica di una gestione semplificata, la previsione di un Organo Garante capace di assurgere a ruolo di supervisore per l’attuazione dei piani nei modi più trasparenti e veloci possibili.

La Provincia trova nella sua collocazione il punto di incontro tecnico e legislativo per attuare in piena autonomia quelle opere necessarie al suo territorio.

La Provincia, nel disegno d’insieme, risulta essere il nucleo strategico di collegamento tra Comune e Regione, ha il compito di raccogliere e reperire tutte le informazioni e relazioni redatte dai Comuni da inviare alla Regione con la stima di spesa complessiva.

 

La Regione avente il compito di supervisione, rilascerebbe Leggi e norme, atte a promuovere iniziative, reperire e gestire fondi UE, nazionali, regionali, ridistribuendoli alle provincie in base alle esigenze e richieste nella trasparenza dove, individualmente (o nei casi di comuni di piccole dimensioni), si applicano i P.E.B.A.

Senza la necessità ora di entrare nei dettagli tecnici e logistici, è chiaro l’intento di creare un flusso di controllo e collaborazione tra gli Enti, (Comune – Provincia – Regione) dove l’obiettivo principale è dare al territorio le massime opportunità di espandere le aspettative socioeconomiche che ne trarrebbe nel mettere gli Enti in sinergia collaborativa con la collettività ed Imprese radicate nel territorio. Il risultato sarà ottenere un radicale cambiamento del piano urbanistico-paesaggistico, un afflusso turistico, un incremento economico e principalmente, un rilevato miglioramento etico sociale.

FAPI, Fondo Azione Piano Invalidi, nasce dall’incontro delle quotidiane esigenze di chi vive con disabilità, nell’impegno di voler migliorare in modo aderente ai principi normativi la maggior fruibilità degli spazi, siano essi pubblici o privati.

Gli strumenti sembrano esservi. va senza dubbio rivisitata l’intera materia e vanno rese le Norme più applicabili e legate, laddove necessita, a sanzioni in caso di inottemperanza.

Il Piano Invalidi di FAPI, vuole essere un progetto che guarda il disabile a 360°, in ogni momento della sua giornata, in ogni luogo in cui egli possa trovarsi durante la stessa.

Line UP Progetto
01:00

Pool Architetti, Ingegneri e Geometri

Creare nella provincia uno Studio di Architetti volenterosi di dare contributo nel monitoraggio e progettazione delle opere in collaborazione con Enti locali e privati al fine di ottenere nel tempo mappatura e abbattimento barriere architettoniche.

01:50

Aziende & Fornitori

Aziende e fornitori ausili disponibili attraverso costi agevolati e sponsorizzazioni nell’esecuzione opere, reperimento ausili, installazione e manutenzione.

02:05

Fondi & Donazioni

Raccolta fondi di varia natura (comunali, regionali, statali, europei) e donazioni private, trasparenti in un c/c blindato, tracciabili ad uso esclusivo dei progetti approvati e messi in opera solo a copertura finanziamento.

03:10

Pubbliche Amministrazioni

Contratti patrocinanti con le Pubbliche Amministrazioni ed Enti Locali atti a collaborazione su monitoraggio, progettazione, esecuzione e manutenzione opere abbattimento barriere architettoniche.

03:30

Mappatura Territorio

Mappatura del territorio con gradienti di priorità esecuzione opere e dislocazione sul territorio.

04:10

Esecuzione Opere

.....

05:40

Manutenzione Opere e Strutture

Manutenzione ordinaria e/o straordinaria a carico Pubblica Amministrazione o Impresa.

05:50

Presentazione Opere & Progetti

Presentazione alla cittadinanza delle opere e promozioni positive a nuovi progetti.

Altri Articoli

Il Futuro...

Io Come Loro, Loro Come Me...

Explora Dipartimenti

Sono molte le aree dove il Fondo Azione Piano Invalidi per l’eliminazione delle barriere architettoniche trova le sue applicazioni; dal Sociale, Economico e Lavorativo fino al Turismo e al Tempo Libero inserendosi in ogni disabilità specifica.

Mobilità & Trasporti

Quando il trasporto pubblico e la mobilità nelle arterie sono inefficaci, la vita urbana proietta una "Città Invisibile".

Lavoro

Avere opportunità lavorative, vivere in autonomia, crearsi una famiglia. Questo significa progettare il futuro per chi è disabile.

Turismo

Destinazioni, soggiorni, svago, percorsi accessibili sono il sogno di ogni persona... anche per un disabile.

Sociale & Caregiver

Incrementare le risorse umane e implementare le relazioni e autonomie personali per migliorare competenze, capacità e abilità.

Tempo Libero

il tempo libero coinvolge e stimola quella porzione temporale impiegata e quella personale che sono  connesse alle emozioni.

Tecnologie

Un futuro migliore sin dal presente attraverso la programmazione e l'applicazione di nuove tecnologie.

Istruzione

Una scuola che investe sulla diversità sarà una scuola competitiva e moderna.

Il CUDE & Parcheggi

Molto spesso troviamo I posti assegnati alle persone disabili, oltre ad essere carenti, posizionati in luoghi non appropriati, con marciapiedi senza lo spazio adeguato al movimento della carrozzina.

Leggi & Norme Governo

Una maggiore consapevolezza e sensibilizzazione culturale sono parti integranti per migliorare ed aggiornare Leggi e Norme che hanno il fine di INCLUSIONE.

Attività Sportive

Lo sport rappresenta un elemento fondamentale sul piano emozionale e sociale.